Japan and Kazakhstan Campaign for Nuclear-Test-Ban Treaty - Italian

Campagna condotta da Giappone e Kazakistan per il Trattato sulla messa al bando dei test nucleari

A cura di Ramesh Jaura

VIENNA | TOKYO (IDN) – Mentre l’Organizzazione in favore del Trattato di bando complessivo dei test nucleari (CTBTO) si prepara a convocare una riunione ministeriale il prossimo giugno, il Kazakistan e il Giappone hanno riconfermato l’impegno a intensificare i propri sforzi per l’entrata in vigore del Trattato.

Durante la prima settimana del simposio “Scienza e Diplomazia a favore di Pace e Sicurezza” dal 25 gennaio al 4 febbraio, i rappresentanti delle due nazioni a Vienna hanno assicurato che avrebbero sancito i propri sforzi intrapresi dai rispettivi ministri degli esteri nel settembre del 2015 presso la sede delle Nazioni Unite di New York.

Le Nazioni Unite pianificano nuovi gruppi di lavoro con lo scopo del disarmo nucleare

 di Thalif Deen

NAZIONI UNITE (IPS) - Sullo sfondo di un potenziale confronto militare tra due grandi potenze nucleari del mondo - gli Stati Uniti e Russia - le Nazioni Unite stanno facendo dei passi significativi verso un obiettivo finora impossibile: il disarmo nucleare.

La conferenza sul disarmo si conclude con un obiettivo ambizioso - Ma come arrivarci?

Di Ramesh Jaura

HIROSHIMA, (IPS) - Una importantissima conferenza di tre giorni delle N.U. sul disarmo è finita qui - un giorno prima della Giornata internazionale contro i test nucleari - sottolineando la necessità di inaugurare un mondo libero dalle armi nucleari, ma senza un consenso su come muoversi verso questo obiettivo.

I paesi delle isole del Pacifico vogliono un mondo senza armi nucleari

 di Neena Bhandari

SYDNEY (IDN) - Man mano che i conflitti politici si ingrandiscono in Medio Oriente e nel Nord Africa con lo spettro di violenza brutale da parte di organizzazioni terroristiche come l'ISIS, e la crisi Ucraina riaccende la guerra fredda fra gli Stati Uniti, i suoi alleati della NATO e la Russia; è imperativo che gli stati dotati di armi nucleari e non nucleari lavorino insieme per l'eliminazione totale delle armi nucleari. Il rischio di uso di armi nucleari, deliberato o accidentale, che porti ad un totale annientamento incombe più che mai.

“Le Loro Armi Li Possiedono”

 

Di Xanthe Hall*

BERLINO | VIENNA (IDN) – Circa un migliaio di persone ha riempito la sala conferenze del castello di Hofburg a Vienna per due giorni di intense discussioni su un tema terribile ed assurdo: l’impatto umanitario delle armi nucleari.

L’ Impatto Umanitario delle Armi Nucleari Richiede un’Azione Concertata

Di Daisaku Ikeda*

TOKYO (IDN | IPS) - In vista del 70° anniversario del bombardamento atomico su Hiroshima e Nagasaki previsto per il prossimo anno, aumentano le richieste di porre al centro delle discussioni che riguardano le armi nucleari, le conseguenze umanitarie che l’uso di tali armi comportano.

Nagasaki Meet Recommends Concrete Steps For Nuke Abolition - Italian

Congresso a Nagasaki suggerisce passi concreti per l’abolizione delle armi nucleari

Di Ramesh Jaura

BERLINO | NAGASAKI (IDN) – Più di 50.000 armi nucleari sono state eliminate fin dallo storico Summit di Reykjavík tra l’allora Presidente statunitense Ronald Reagan e la sua controparte dall’ex Unione Sovietica, Mikhail Gorbachev, che culminò nel dicembre del 1987 con il rivoluzionario Intermediate-Range Nuclear Forces Treaty (INF), ovvero il Trattato sulle forze nucleari a medio raggio. Ma 17.300 armi nucleari rimangono, minacciando ripetutamente la sopravvivenza stessa della civiltà umana e di gran parte delle forme di vita sulla Terra, come fa notare il 2013 Nagasaki Appeal, ovvero l’Appello di Nagasaki 2013.

Challenges Remain But Good News For Nuclear Disarmament - Italian

Le sfide restano ma ci sono buone notizie sul disarmo nucleare

A cura di Ramesh Jaura

BERLINO (IDN) – Ci sono molte notizie positive sul fronte del disarmo nucleare, ma c’è ancora tanta strada da fare prima che i fautori della campagna per bandire la bomba atomica possano “dormire sonni tranquilli”. Quasi settant’anni dopo l’utilizzo, per la prima volta, delle armi nucleari a Hiroshima e Nagasaki, ce sono ancora 17.000 che continuano a minacciare la sopravvivenza dell’umanità.

Aiming at Global Disarmament by 2030 - ITALIAN

Puntare al disarmo globale entro il 2030

Di Ramesh Jaura

IDN-InDepth NewsAnalysis

BERLINO (IDN) - Daisaku Ikeda, un eminente leader buddista, chiede l'avvio di un "esteso summit sul nucleare" per il 2015, allo scopo di consolidare lo slancio verso la realizzazione di un mondo libero da armi nucleari e che diventi il punto di partenza per uno sforzo più ampio volto al disarmo globale entro il 2030.